Tag: truffa

La metamorfosi di Formigoni

A vedere le foto pubblicate sul Corriere Formigoni ha subito una vera  espropri metamorfosi, simile a quella dell’uomo di Kafka. Già uno che si fa chiamare il Celeste ( niente a che fare con la canzone Così Celeste di Zucchero, altra storia), e che si professa cattolico poi viene sospettato di aver venduto favori in cambio di vacanze , mi fa pensare. Già all’epoca dell’Oil for Food, operazione che dava cibo alla popolazione irakena in cambio di petrolio la Compagnia delle Opere e lo stesso Fomigoni erano sospettai di atti illeciti. Adesso lui vive in comunità, dice che è sempre in gruppo, vuole fare il novello s. Francesco, ma alla fine rimane un vanitoso, arrogante e sovrano di un regno chiamato Lombardia. Ma urticano anche  le persone che non hanno mai detto nulla e che ora si meravigliano. Il sistema era ben congegnato e i socialisti di una volta ora non c’entrano nulla. I ladri si sono moltiplicati all’ombra di B e ora, lentamente qualche cosa viene a galla.

Insieme alla Lega, i ladri di salsicce, hanno ingrassato le  loro casseforti e depredato il bene pubblico. Potranno andare a nuove elezioni quando vogliono, ma credo che non basterà a far risalire tutti e due gruppi. Per fortuna ormai sono livello di gruppo di quartiere!

Le foto

Per rifarci il palato

I porcellini e le scimmiette

Dalle scimmiette che non vedono , non sentono  e non parlano fino ai tre porcellini, o porcelloni la regione Lazio è piena di animali. Un vero verminaio ha detto un giornalista, un casino dico io. Ormai i fatti sono noti : tutti i consiglieri prendevano uno sproposito di soldi e nessuno ha mai detto niente. Anche l’opposizione li ha intascati e zitti zitti se ne sono andati solo quando ormai  era esploso il polverone. Tardi, per rimettere insieme la dignità, ma in tempo utile per costringere la governatrice a dare le dimissioni. E che adesso dice che all’epoca di Marrazzo era molto peggio , anche se lui di soldi ne dava meno. Mi viene da pensare al sindaco di Bologna Delbono  che se ne è andato a causa di intrallazzi con una segretaria e viaggi in sua compagnia a spese del Comune, ma spesucce, non Ville al Circeo, case al Colosseo o buoni da 400000 mila euro. Altro stile, per fare certe cose bisogna essere molto esperti nella truffa della contabilità.  Gli altri deputati e senatori accusati a vario titolo  sono tutti lì e rimarranno lì fino alla fine, per essere poi rieletti con buona pace di tutti. A partire da Formigoni, il Celeste fino ai vari Lusi nessuno pensa di fare un passo indietro almeno per rispetto ai cittadini, ai pensionati che hanno dovuto rendere una quattordicesima che non spettava di ottanta euro o poco più. Non c’è relazione fra le due cose? Forse, ma vedere queste differenze fa molto incavolare. Se ne andassero tutti, lasciassero la politica farebbero un favore all’intera cittadinanza. Le mie speranze sono ingenue, ne sono consapevole, ma se poi vogliono il mio voto, tutti quanti da Grillo ad Alfano, aspettano un bel pezzo. Parlo anche di Grillo perché anche lui non è un santo e la politica di uno sopra gli altri non mi piace. E non è mai venuto a visitare la zona dove sorge un inceneritore che brucia anche i rifiuti  di altre regioni. E’ andato a Budrio sotto le elezioni comunali e stop.

La legge anti corruzione: perché non la approvano?

Lega, Pdl, Margherita, Pd e altri ( alla fine quasi tutti) sono tutti coinvolti in oscuri affari di soldi, ruberie, transazioni all’estero e chi ne ha più ne metta. Da chi si fa corrompere per una casa vista Colosseo a chi si compra una Villa megagalattica, fino al Leghista con le mani nel sacco. I No Tav  parlano di Mafia e corruzione in un affare senza fine di spreco di soldi pubblici.  A Milano è un pozzo senza fine, altroché la capitale economica dell’Italia! Mi chiedo se, data  situazione economica dell’Italia, non si il caso che i parlamentari non si diano una mossa ad approvare una legge anti corruzione con tanti anni di galera a chi approfitta del suo ruolo. Mi rendo conto che è come dire alla Banda Bassotti di diventare onesti, ma siamo oltre il limite e se non la smettono saranno sorprese, anche da chi al momento cerca di razionalizzare. Sentire di milioni che vanno e vengono come noccioline fa rabbia, perché quelli sono soldi nostri che dovevano servire per i servizi, la sanità, la scuola e non per dare rimborsi milionari per anni a partiti ormai comparsi. E tutti sono responsabili, dai presidenti dei partiti ai funzionari che certamente sapevano e accettavano, ognuno il suo piccolo o grande contributo alla scalata nel regno dei politici che contano. Non è forse questa una oligarchia ? Per di più mandata da noi con liste bloccate. Si devono muovere e prestissimo perché mi sa che gli italiani siano stanchi di questo magna.magna quando stanno aumentando disoccupazione e disperazione.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/28/legge-anti-corruzione-scatta-petizione-online/194414/e