Tag: informazione

Che si fa?

Piove, è brutto tempo. Si lavora con il golfino di lana e l’ombrello a portata di mano. Allora si cerca conforto nella tv, dove è tutto finito e ricominciano le repliche. Un delirio, allora si legge, considerando che ho abbandonato Villa Metaphora, dopo 50 pagine mi sono buttata sui gialli o noir, che tanta soddisfazione mi danno.  Manca la politica. Ma di quella ho deciso di non occuparmene per almeno due settimane ( si accettano scommesse che non ci riesco). Mi pare una enorme, grande e collassante presa in giro. Non cambia niente, solo chiacchiere. Mi rimarrebbero i processi ma non me ne importa nulla, tanto  salveranno l’imputato prima o poi. Non leggo nemmeno più i quotidiani.

Quindi? Sono tornata ai miei antichi amori bricolage e fai da te, ora ho aggiunto la tintura dei tessuti e dei filati. Un hobby come un altro. Per tre a mano delle bags o altro. Mi ci vorrà un banchetto prima o poi per vendere i prodotti del mio ingegno!

Intanto lavoro, vita da ufficio con tanto di caffè-brek, macchinetta che sputa caffè dal sapore pessimo e persone sempre un poco agitate. Come in ogni posto, naturalmente. Tutto nella norma, insomma. Naturalmente scrivo. e tanto. E mi diverto!

Knit Bags

Dopo il cavaliere ci si occupa degli altri

Finita l’epoca B. per riempire le pagine  e per parlare di qualche cosa si spazia nel mondo nelle varie rivolte che ci sono in giro, dall’Egitto alle contestazioni negli USA, alle cose serie insomma.  E si scopre, ma lo sapevamo già noi, un mondo in affanno completo fra difficoltà economiche, l’Ue, ambientali, la Cina e l’Asia in generale, di rivolte, Egitto e Siria ecc. un mondo ben lontano dal bengodi che ci hanno fatto credere fino  a due settimane fa. Non è che questo consoli, la crisi c’è ed è enorme, i problemi ambientali ci sono eccome, ma la consapevolezza di essere trattati da persone adulte, responsabili che sanno affrontare il mondo con le sue sofferenze e usa la solidarietà come moneta di scambio. Se vi par poco!