Tag: ferie

Sono tornata

Alcuni giorni di ferie, per staccare, per cambiare, perché posso solo ora.

Statistica:

animali visti: lepre, furetto, rapace, lucciole, che belle, gruccioni, insetti di vario genere

animali di cui ho saputo : tasso, cinghiali, cerbiatto, cuccioli di lepre, rane

bandiere blu 5

pesce congelato nel menù  : quasi tutto,  con tutte quelle bandiere blu speravo che almeno uno fosse del posto!

giorni di pioggia. ogni metà

connessione internet nessuna (!) esistono ancora luoghi i dove internet non c’è, e io li conosco !

fotografie: molte di soggetti naturali. Nn sopporto le mie foto.

occasione ( di partecipare a una cosa) persa : una, pazienza,

partite perse dall’Italia nel mentre una. No comment.

Vado a scaricare le foto.

Citazione

 

Ancora in ferie

Ancora in ferie, al mare. E vai! Settembre il mese dolce, della vendemmia e del sole che tramonta sempre prima. Sarà la prima volta per me , nuova esperienza, sperando che non piova troppo. Alla settimana prossima e buon lavoro per chi inizia da lunedì. Vi penserò :-))))

Vado via, in ferie, evviva

So che per molti le ferie sono un sogno, nel senso che dati i tempi è meglio evitare. Ma io sono due anni che per motivi vari, indipendenti da me, sono rimasta a casa anche quei sette giorno all’anno. A parte alcuni brevi soggiorni da un’amica.

Parto, una volta tanto senza tutto l’armamentario delle vacanze in appartamento, tenda, e simili. Erano vacanze a mezzo ,ma libere  dallo schiavismo del tutto compreso.  Cercherò  di utilizzare   tutte    le risorse a disposizione, per vedere l’effetto che fa. Le mie vacanze poi sono turistiche e stanziali. Amo vedere  luoghi, piazze,  paesi nascosti in questa Italia martoriata ma bellissima. Ho paura, è vero, di quelle stradine piccole piccole, a cavallo delle colline dove i paesi mediovali scrutano l’orizzonte, in attesa dei briganti a cavallo, che non arriveranno più. Meglio l’auto.  Temo per l’auto che a volte   fatica a passare, anche con gli specchietti ritirati come lumache spaventate ;capisci perchè in molti usano l’apecar o la Panda quattro ruote motrici.

Uno dei ricordi più buffi fu una strada  abbandonata , ma ancora percorribile con il cartello dell’Anas che avvisava di averla dismessa. Mi scappava da ridere al pensiero delle altre strade Anas non dismesse, ma purtroppo nelle stesse condizioni.

Dentro la mia valigia sono un quaderno, un libro, un piccolo astuccino con penne e matite, il manoscritto del mio romanzo da correggere, se si incappa in un giono di pioggia,il minipuzzle per il relax totate e tutto ciò che serve per il mare, compreso un pull caldo e un  impermeabile. Una  valigia  grossa e  pesante.  Non prenderò il pc, sarà un digiuno totale, dall’informazione, dalla tv e dai giochi on line. Saranno invece presenti cellulare, ipod, macchina fotografica. Come tutti direi!