Tag: capo

Piccole perle rosse ( poesia)

Piccole perle rosse

La goccia di pioggia
Si riflette nella conca d’acqua
Ai piedi del platano
Si allarga, goccia a goccia
si estende fra le possenti radici.
Un piccolo uccello
Beve Il capo umido
Le piume lucenti
Scuote le ali
E ritorna fra i rami
Ormai Sguarniti di foglie.
Piccole perle rosse
Lo attendono.

Oggi sole, colori splendenti delle foglie d’autunno.

Resto qui, spaparazzata sul divano, navigando fra youtube e i quotidiani, che da qualche giorno faccio a meno di acquistare, anche se avrei bisogno di carta per incartare i vetri e i piatti. Dovrei continuare con questa opera di destrutturazione del mio passato, ma non ne ho voglia. La giornata è bellissima, fuori le foglie sono coloratissime, la stagione è indietro di un mese, quindi dovremo aspettare  la fine di novembre per il crollo generale. Vedere la vita da un altro punto di vista, dal tempo libero a quello impegnato nel lavoro fa una bella differenza. E’ proprio diversa la sostanza, il trascorrere del tempo ha una funzione diversa, lenta, al passo con i miei pensieri e il mio agire. Potendolo fare, naturalmente. Non mi manca il lavoro, in effetti, non provo nostalgia della fretta e dell’ansia da prestazione che tanto spesso prende quando il capo guarda e osserva.

Mi godo questo novembre solatio ( oggi, domani non so) e apprezzo musica che non conoscevo. Ho scelto Malika Ayane perché mi piace molto la sua voce e la canzone cha pubblicato è allegra e simpatica.

Gli amici se ne vanno, che inutile (?) serata

Fede è stato licenziato. Mica male per chi è stato definito fidodido a causa della fedeltà espressa al grande capo in ogni modo e con ogni distorsione possibile a livello di informazioni. Poi non era l’amico che procacciava ragazze per i festini? Ma alla fine ha contato maggiormente la cassa economica di Mediaset, che non è in buono stato. Basta notare che riempiono le serate con programmi solitamente usati nel pomeriggio. Ricerca di nuovi spettatori? Ma, tornando a fidodido sapere che è stato licenziato, come l’ultimo dei portieri e che non è riuscito a mettersi d’accordo mi provoca una sensazione di riequilibrio. Se penso a tutte le volte che , in nome della fedeltà al capo ha augurato licenziamenti ai giornalisti avversari , ritengo che ci sia una specie di catarsi . Destino?  Di certo la stessa sorte accaduta a Mik Bongiorno, dimenticato dalla dirigenza in un limbo senza informazioni. POi lo ha chiamato il capo ma la situazione è rimasta come prima. Sembra quasi che la dirigenza attuale voglia liberarsi di chi ha aiutato il capo a vincere  le elezioni. I soldi sono soldi e ora Mediaset ha bisogno di darsi una bella ripulita dopo le nefandezze passate. Vediamo : Costanzo, Iva Zanicchi, Mik Bongiorno, Fede…il prossimo?  Maria de Filippi o Barbara D’Urso O Rita Dalla Chiesa? Sono rimaste solo donne, mi sembra! Vedremo, intanto diciamo che non mi dispiace per niente che fidodido se ne sia andato!