La provincia. 4 Gli abitanti

La gente che abita il paese lungo si divide in due gruppi : quelli che conosci da sempre e gli altri. Gli altri sono quelli nuovi. Li vedi girare sperduti alla ricerca di qualche negozio, qualche vetrina. Ma non c’è niente! Però c’è molto verde.

Quelli che conosci invece sono le persone con cui praticamente hai trascorso tutto questo tempo anche senza frequentarli. Li incontri in pasticceria, alle feste dell’Unità o del Pd o quelle del paese. Frequentano il centro anziani o la parrocchia, dividendosi in quelle che giocano a burraco da quelle che fanno i tortellini. Per gli uomini ci sono quelli che che stazionano nelle baracchini dei gelati e quelli che sostano nei bar. Parlo sempre di persone in età perché i giovani non li conosce nessuno. E’ solo dopo una certa età che si manifestano.

Un modo per riconoscere gli uni dagli altri chiaramente ci sono i soprannomi la cui origine rimane un mistero.

Se senti chiamare Pluto non aspettarti di vedere arrivare uno lungo lungo. No, assolutamente, ma nemmeno Paperino c’è. Qui , Qui e Qua non sono mai stati nominati. In compenso troviamo Tajazeda, che attualmente sfreccia lungo la statale del  paese lungo con la sua bicicletta e i bermuda invernali. Lui è uno che sa tutto, tu puoi chiedergli qualsiasi cosa che lui la sa. Di Cuba si sa per certo che è italianissimo, ma è fornito di un paio di baffi incredibili e tante pipe che accende a tratti. Nessuno l’ha mai visto senza. Bicio invece sta diventando una star, da quando è in pensione si occupa di mostre, allestimenti, e gira per l’Italia, lui che al massimo era andato a Milano!

Bone continua a lavorare  fra i tubi e gli elettrodomestici, in attesa  dell’agoniato periodo di riposo, leggermente incattivito perché le sue canzoni, stile Freak Antony, non piacciono. La realtà va oltre l’immaginario!

le donne preferiscono darsi soprannomi semplici :la sarta, la Lella, la Santona, la perpetua, la Tina, ma il più diffuso e la zitella per alcune e la moglie di

  1. Per le altre restano le vedove, le spilungone, la ballerina. Le donne si ritrovano fra di loro in occasioni prettamente culinarie e allora si che se ne vedono delle belle!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...