Mese: ottobre 2018

Nulla di decente

Faccio molta fatica a seguire gli avvenimenti di questo periodo. Ogni giorno parole assurde, atti veri, la società italiana che sta andando in pezzi. Apparentemente e tutto normale. Invece ci stiamo corrodendo, goccia a goccia, e tra qualche mese non saremo più noi. L’ultima e’ stata la dichiarazione di Di Maio durante la trasmissione di Vespa. Ha detto in tono concitato che lui non ha firmato la finanziaria che e’ arrivata al Quirinale. Sono stati aggiunti articoli e lui la mattina seguente, oggi, sarebbe andato a denunciare . Il Quirinale ha fatto sapere che non era arrivato alcun documento, Salvini, in Russia dove ha affermato che si sente come a casa sua, ha detto che i leghisti sono brave persone. Di chi sarebbe la manina? Si scopre che gli articoli aggiunti erano già Gella finanziaria approvata da Di Maio e che quindi nessuno l’ha manomessa, e di Maio ha detto una bugia. Ora se fossero ragazzini che litigano in cortile pazienza. Si metteranno d’accordo. Ma qui parliamo delle tre più alte cariche dello Stato. Oggi il PD, il partito all’opposizione ha presentato denuncia per le dichiarazioni di Di Maio. I 5 stelle sono andati a protestare sui tetti della Camera e il Presidente del consiglio h detto che appena torna dagli incontri in Europa controlla la manovra rigo per rigo poi la presenta al Capo dello Stato. Ora come si fa a sopportare tutto questo se non con una dose doppia di indifferenza? Nichilismo?

La provincia.3 Le Case

Dopo la curva, alla seconda rotonda del paese lungo ci sono tre caseggiati con un grande cortile davanti. Uno in fila all’altro sembrano guardare il palazzo comunale. Come diversi luoghi del paese lungo hanno un nome che non compare su google map. Io le chiamo le case del Papa, altri le case del Vaticano, da nn confondere con le case Lambertini che sono dall’altra parte del paese lungo. Fino a una decina di anni fa erano case di frontiera, dove alloggiavano gli scarsi immigrati dal sud. Poi si sono tutti arricchiti, hanno comperato gli appartamenti e tolto la massa di vite americana che ostruiva la vista della rotonda. Anche la rotonda è stata al centro di polemiche, perché in paese e’ sempre polemica. L’hanno dedicata ai donatori di sangue. Per giorni si sono viste persone fare gli scongiuri o sghignazzare alla vista dei cespugli di erbe ornamentali che lasciate seccare costruivano una barriera insopportabile da vedere. E a dire di stare attenti che li c’era solo il nome dei donatori. Poi ci hanno fatto l’abitudine. Nel paese lungo la piazza intesa come palazzi costruiti attorno a un grande spazio non esiste. E si cercano spazi da dedicare alle feste. Tolti i grandi cedri del Libano così non ci sarà più la necessità di fare l’albero di Natale vero. Ci sono altri spazi ma sempre lunghi dal Municipio al fiume. Fiume, non esageriamo. E’ un torrente che scorre sottile sottile fra massi, pescatori e anatre. Poi quando piove in montagna diventa una massa d’acqua che spaventa. E allora si passa di lì e si osserva il palo della portata e come sempre si commenta se era più o meno dello scorso anno e se si allaga la bassa Benfenati. Ormai i cavalli e la casa colonica non ci sono più, tolti dalla furia edilizia che negli ultimi anni ha trasformato alcuni panorami. Anni fa il torrente si riempiva di acqua e sfogava Gella bassa Benfenati che portava traccia dei livelli sul muro della stalla. A volte gli operai del comune usavano la barca, un barchino piccolo piccolo e piatto che spingevano fino alla casa per portare all’asciutto Benfenati, che testardamente non se ne voleva andare. Era il primo pensiero durante le lunghe piogge, come a ricordare che in quel luogo restava traccia dell’inverno. Adesso hanno sostituito le case con un verde prato su cui affacciano costosissimi appartamenti in palazzi di mattoni rossi.

Da Salvini ci salvi? Chi???

Il Def rimane al 2,4%, l’UnioneEuropea lo ha bocciato e lo spread sale a 300. Non sono un economista ma so che ci aspetta un periodo molto duro per ripianare i debiti che stanno facendo per mantenere le promesse elettorali. Il disturbo più forte e dato dalla cattiveria e dalla brutalità che accompagnano i proclami del Governo. E i milioni di persone che lo appoggiano e sostengono. Dove era prima tutta questa gente così inviperita e rabbiosa? E Salvini diventa sempre più cattivo nei toni e nei modi con un disprezzo feroce per chi non la pensa come lui. E sta attaccando le libertà civili. Dopo gli extracomunitari, ora è all’attacco della legge 194, quella che consente l’aborto. Abbiamo lottato tanto per raggiungere le libertà individuali, per permettere alle nuove generazioni di vivere in modo più libero. E’ civiltà permetterlo, non è un obbligo farlo. Sono indignata e offesa da questa gente che ci riporta indietro. Ci vuole qualcuno che aiuti le donne e il popolo italiano, perché mi sembra tutto molto inquietante.

Bandiere, pallottole e mattoni

Tutto a disposizione del governo. Bandiere per festeggiare il DEF a 2,4 %, ;pallottole che si possono comperare più liberamente insieme ai fucili e pistole; mattoni da aggiungere a Ischia per sistemare le costruzioni abusive crollate con il terremoto dell’anno scorso e non ricostruite perche abusive. Su tutto la ricostruzione del ponte Morandi a Genova. Def che è stato bocciato dall’Europa. Siamo al limite del devoluto, come in Grecia. La crescita del def nasce dall’inserimento del reddito di cittadinanza ( un contributo in attesa del lavori per i disoccupati)