Mese: aprile 2016

Libri, libri, libri

Leggo di tutto. Una montagna di libri e una montagna di storie incredibili, linguaggi particolari, esplorazione di mondi che non conoscerò mai.

Ultimamente sto viaggiando per l’Artico, dopo l’Islanda. Alaska, Lapponia, Norvegia. Ogni nazione raccontata con lo sguardo dei suoi abitanti. E non ti aspetti che nel Circolo Artico ci sia tanta vita, avventure e persona con vite sempre al buio e al gelo.

Ho apprezzato moltissimo La figlia della neve, un giallo ambientato in Alaska, tra il gelo perenne e gli orsi bianchi, ma anche Inferno e Paradiso, ambientato in Islanda fra mari cupi e natura crudele e selvaggia. Splendidi.

Ragionando e riflettendo

Facebook ormai è alla frutta, fra tutte le censure, fregnacce e bufale ha terminato il suo ciclo di collettore fra uomini e donne che avevano voglia di ritrovare amici scompagni dispersi dalla vita. Sono rimasti coloro devono pubblicizzare qualche cosa o coloro che frequentano gruppo di varia utilità.

Comincerò a scrivere di libri letti e libri scritti senza seguire le ultimissime uscite. raccontare i libri letti con piacere.

Lettere entusiasmanti

Leggo molto, anso moltissimo, potrei diventare una lettrice fortissima,anche perché apro le prone pagine del libro, le lego e se non mi suon bene lo metto via subito. Mi sono sforza poche volte, proprio perché non m diverto.

Parlare di autori stranieri è anche parlar di traduttori stranieri, che riescono a dare il senso dello scritto in italiano.Per ora questo. Domani continuo