Il ponte blu

Alla mattina amo fare una passeggiata fino al lavoro a piedi. Mi piace il fresco dell’aria, non ancora bruciata dai raggi del sole  e i pochi passanti che attraversano  le strade, specialmente ora, in estate, rari e spesso in bicicletta, o con il cane al guinzaglio. La strada è sempre sotto il sole, fino alla voltata del ponte blu Si chiama così Ponte Blu in onore del gemellaggio con una città della Grecia, a Creta, Rhytimnon, Il ponte è piccolo ma con quattro torrette blu e si slancia fra le due rive di un torrente, l’Idice.

Ad un certo punto del passaggio sul ponte, girando lo sguardo verso est il fiume appare un luogo diverso, un qualsiasi luogo di villeggiatura, l’ansa di un fiume che si perde nel nulla, fra cespugli, alberi ed erba alta. A volte le anatrate, pare messe  da un privato, e un airone, libero e solitario nuotano nelle pozze più profonde, felici, penso. In  due o tre secondi mi libero di tutta la fatica quotidiana e mi rilasso, penso che in fondo basta vedere il paesaggio con occhi disincantati e sembra un mondo diverso!

 

 

2 pensieri su “Il ponte blu

  1. Io vado a lavorare a piedi percorrendo la via principale della mia città, piena di auto e di gente. Non è proprio la stessa cosa…

    Buon venerdì!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...