Giorno: 25 marzo 2013

E se toccasse a tuo figlio?

Mense negate, bambini che mangiano panini in un’aula, padri e madri sconfitti, soldi che mancano, crisi. E se toccasse a tuo figlio un giorno ritrovarsi nell’aula a mangiare un panino perché la crisi ha rapito i tuoi sogni e il suo futuro? Trovo assurdo questo accanirsi contro i bambini che sanno già a sei anni che si sono i ricchi e i poveri e che non tutti possono avere un suv. C’è chi va  a piedi e chi ha al massimo la bicicletta del fratello maggiore, chi non può pagare nemmeno il biglietto del bus per la gita nei musei ( ma lì ci pensa l’insegnante, in silenzio ). Scene di  povertà ce ne sono sempre in una classe, dai vestiti ai fronzoli, ma la mensa no. I più schifiltiosi non mangiano nulla, tanto alle quattro c’è la pasta del bar vicino o il gelato o la pizza. Ci sono quelli che mangiano solo a scuola e alla sera una fetta di mortadella, un piatto in bianco o due  sottilette. E se toccasse a tuo figlio? Sindaco di Vigevano io non la aiuterei. Se pensa  a tutto ciò che si butta dalla mensa, la sua idea è aberrante. Si vergogni e dia da mangiare a tutti i bambini. E a chi fa il furbo gli mandi una multa, tanto nei paesi si sa tutto di tutti e si conoscono i nomi dei furbi. Si dia da fare in un’altra direzione.