Giorno: 13 gennaio 2013

Raffaello verso Picasso Mostra a Vicenza

Se entro il 20 gennaio avete tempo andate a Vicenza a vedere questa mostra. Eccezionale. Io amo l’arte, anche se non sono molto ferrata in materia, ma i quadri specialmente ritratti di persone comuni mi hanno entusiasmato per due motivi: la storia della pittura che si sviluppa davanti allo sguardo fra un pittore e l’altro e la tecnica che cambia da secolo a secolo. Dall’inizio, con un quadretto formato cartolina, un santino che si portavano dietro i ricchi nei loro spostamenti, credo, fino a Picasso dove la ragazza non si vede, è una sequenze di segni e colori da intuire. Io amo i pittori del cinquecento, preferisco l’arte visibile, realistica all’arte moderna concettuale, ma in questa mostra ho potuto gustare ogni tipo di pittura ed è stato molto piacevole.

Basta togliere la folla, la confusione e la difficoltà di osservare con calma i quadri. Si sa al fine settimana non è mai intelligente andare per mostre, ma si poteva così. Vicenza mi ha stupito per la sua aria di signora elegante e ricca, molto vicina  al’ Impero Austro Ungarico sia nei palazzi, a parte quelli del Palladio che nel modo di comportare dei Vicentini. Che dire poi della mostra  del gioiello nella storia sotto la Basilica di Vicenza? Un orafo ha perfino riprodotto una collana dipinta da un quadro del ‘500, con la stessa tecnica ed è un gioiello meraviglioso che non sfigurerebbe su alcun abito moderno. Per finire Teatro Olimpico del Palladio: poche cosa : Andate a vedere, merita, è una meraviglia ancora in ottima forma dal 500. Anni fa Dario Fo e  Giorgio Albertazzi recitarono insieme in questo Teatro raccontando la storia del teatro  e delle opere. Un evento relegato alle undici di sera, ma splendido, con due attori così importanti.

Orbene, dopo un sabato così interessante, che resta? Una domenica allo steso livello!!. Chissà se sarà vero.