Una nuova specie di politico della terza repubblica

Dopo i voltagabbana, noti esseri viventi dal mantello che si indossa al dritto e al rovescio, indifferentemente a seconda della corrente politica del momento, dopo aver avuto i baciapiedi, indomabili nel ripetere un gesto compulsivo, cioè inchinarsi e baciare i piedi, in ogni stagione e con ogni clima, a seconda del politico più importante del momento; dopo  i politici trasformer, smemoratisissimi, tanto da non ricordare il nome di chi gli ha pagato la casa, dopo i seguaci di Arsenio Lupen, numerosi quanto anonimi abbiamo una nuova specie di politico della terza repubblica : il caimanoleonte, nato dall’incrocio fra il caimano e il camaleonte. A differenza di tutti gli altri non cambia casacca, non cambia idea politica, né gruppo i lavoro. Il caimanoleonte ogni volta, la quarta pare dal 1994, per rispondere agli stessi bisogni primari suoi, salvare le sue proprietà e sfuggire alle inevitabili problematiche legali, trasforma la sua discesa in campo in una campagna pubblicitaria. Studia il targhet, cioè chi può ascoltarlo, rinnova il suo prodotto, cioè se stesso, il nome del partito,l’inno e si inventa qualche parola che diventa il tormentone che lo ricorda e lo distingue dagli altri. Se necessario cannibalizza i suoi collaboratori e portaborse, smentendo sempre quanto appena affermato. Di lui si conoscono due cose : la paura della povertà e le donne, possibilmente a pagamento, pare.  Si trasforma nel modello di uomo politico che nel momento funziona : attualmente siamo sull’immagine dell’uomo atletico, attivo e pieno di energia. Ogni tanto il caimanoleonte si ritira per giorni, pare sia seguito da uno staff di medici che lo mettono in ibernazione, per estrarlo in buone condizione al momento, il rischio maggiore è la liquefazione dei conservanti che lo tengono insieme. Ma nella terza repubblica c’è un nuovo problema, non prevedibile, anzi due. Il targhet della popolazione è sempre più in crisi economica; i giochi da camaleonte sono stati scoperti tutti e qualche suo seguace comincia a rifiutarlo. Le borse appena letto la nota dell’ufficio stampa sono collassate e le agenzie di rathing hanno declassato di nuovo l’Italia, tale è la paura che il ritorno del caimanoleonte ha avuto sugli investitori.

Nell’impossibilità di mostrare una fotografia del caimanoleonte, a causa del protrarsi del lavoro di restiling

metto metto la foto di una maschera, sperando che tutto finisca in una bolla si sapone!

 

4 pensieri su “Una nuova specie di politico della terza repubblica

  1. Ricordo quando, per puro spirito di sperimentazione tecnico-scientifica, o forse per mera distrazione, tentai di accendere un notebook dichiarato virtualmente morto dal centro autorizzato Toshiba (virtualmente, perchè il prezzo richiesto per la riparazione era quasi uguale al prezzo di acquisto di un notebook affine seppur di marca meno prestigiosa) ed egli (sì, egli, in quel momento lo considerai un essere senziente e dotato di sentimenti di pietas e di solidarietà verso quel disadattato del suo padrone), egli mi rispose, si accese, e per altri 3-4 mesi funzionò alla perfezione prima di guastarsi di nuovo.

    Analoga piacevole sorpresa mi ha assalito quando, per l’ennesima volta (ma il numero reale è quasi vicino al centinaio) ho cercato di cliccare sulla casella dei commenti del tuo blog e invece di un nulla di fatto, è uscita la rassicurante dicitura “Lascia un commento”.

    Il Lucertolone di Arcore, ex-Caimano, è già stato pesantemente punito dall’elettorato italiano, sfiduciato da buona parte dei suoi fedelissimi anche se solo pochi hanno avuto l’onestà intellettuale di dichiararlo urbi et orbi, considerato dai vertici della politica e della finanza italiana un personaggio ormai impresentabile all’estero e pernicioso in patria.

    Sei una delle poche che esplicita quello che tutti gli Italiani pensano, il nuovo declassamento del rating italiano che ormai è vicino a “mezza zeta menomeno” è strettamente legato alla promessa/minaccia da parte del Bisunto del Signore di scendere di nuovo in campo.

    Nel mio piccolo di cittadino parmigiano, ho visto l’ex-sindaco Elvio Ubaldi, che rispetto al Berlusca è un genio della politica, ripresentarsi come candidato nonostante gli scandali che avevano letteralmente dissolto la lista civica “Civiltà Parmigiana” di cui era stato artefice, e il suo sgombro (non dico Delfino, anche Trota sarebbe troppo) Pietro Vignali, ma solo per portarsi a casa l’umiliazione di non arrivare neppure al ballottaggio.

    Probabilmente il PdL (o come si chiamerà di qui al 2013) senza il suo mentore prenderebbe alle politiche una specie di prefisso telefonico, e con lui prenderà qualcosa in più.

    Ma rispetto a un anno abbondante fa, vedendo tutto quello che è successo nel frattempo, non credo che l’Italia abbia alcuna intenzione di consegnarsi ancora ad un personaggio screditato e ridicolo che tenta l’ultima disperata mossa.

    Il problema è che latitano le alternative, o quanto meno tardano a trasformarsi in progetto politico (e anche qui Parma ne sa qualcosa, ma il discorso ci porterebbe lontanissimo).

    Ben ritrovata.

    1. @Luca sono molto contenta che il blog funzioni! I tuoi commenti sono sempre molto articolati e piacevoli da leggere! Quanto alla politica ormai fatico a distinguere le notizie. Di certo Sia a Parma che in Italia sarà difficile uscirne, specialmente con questi politici che non capiscono, o forse capiscono benissimo, ma non sanno a che santo votarsi, anche la chiesa ormai ha perso credibilità, ed è il massimo! Ma a noi resta solo aspettare.
      Bentornato Rita

  2. Un quadretto di sana ironia, che conforta un po’ dalla cupa desolazione del panorama politico (a parte le poche note eccezioni).
    Anch’io penso che questa volta il progetto del caimanoleonte abbia un destino molto …resistibile; è pur vero che pensavo la stessa cosa la prima volta che, sorprendentemente, il rappresentante della subcultura televisiva-commerciale dichiarò di scendere in campo; ma questa volta credo che la zuppa acida, riscaldata ancora una volta, non invogli più nessuno, o quasi.
    Sta anche a noi diffondere messaggi immunitari, usando la tua ironia, o l’efficacia di definizioni che possano schiacciare il mostricciattolo sulle sue responsabilità, ad esempio quella di delinquente.

    Salutone di buon fine settimana.

  3. @Franz il caimanoleonte ha già toppato un incontro mandando in lacrime i suoi vecchietti dello zoccolo duro! Forse è così ringiovanito che ha preferito andare in discoteca! Di certo è complicato e sinceramente non se ne può più. Buon fine settimana anche a te. Ciao Rita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...