Il mio gatto mangia le foglie di primula.

Il mio gatto mangia le foglie della primula gialla, le altre non le guarda nemmeno. Difficile spiegare il comportamento di un gatto per sua natura fuori dalle righe. Credo che mi faccia i dispetti, come quando strappa le foglie di photus  e le abbandona come coriandoli verdi sul pavimento. Credo sia geloso dell’altra gatta, quella nera, silenziosa e attenta come una pantera in miniatura. A volte lottano e si soffiano come estranei, come se fra di loro non ci fosse un legame di parentela. Cercano il loro territorio, ma devono dividerlo e accettare la presenza dell’altro. Poi condividono la ciotola e il pasto unico per tutti. Ora c’è un nuovo gatto adulto nei paraggi. Viene da fuori, ha vissuto in un gattile e ora si gode la sovranità della sua casa. Ma non ha fatto i conti con i miei gatti, da sempre esploratori degli altrui giardini e delle altrui case. Ieri si sono incontrati. Circospetti e tesissimi, si sono annusati, con le orecchie abbassate, ma non la coda grossa e il pelo ispido. Junior ha seguito il nuovo gatto nelle sue esplorazioni, mentre lei è rimasta dentro il giardino, accoccolata. Ad un certo punto si sono trovati uno di fronte all’altro con la rete in mezzo, alla stessa altezza. Si sono osservati a lungo, tranquilli. Diventeranno amici, ne sono sicura, perché non scappano e non si soffiano. Un bel esempio di socializzazione, nel mondo animale.

Non come i leghisti che hanno addirittura emanato un manuale per il perfetto sindaco, con le indicazioni su come fare contro gli extracomunitari. E dire che loro, i leghisti, con legge sulle badanti hanno regolarizzato anche muratori, giardinieri, operai ecc. E’ proprio ero che quando si tratta di ottenere il potere si fa di tutto. Poi mi chiedo, se non vogliono i lavoratori extracomunitari perché non mandano i loro figli a fare gli stessi lavori?  Perchè è faticoso e si prende poco, mi sa. E allora si tengano chi vive spendendo meno e porta avanti una economia già altamente disastrata. Voglio vedere, fra qualche tempo sì che i figli della lega, tranne il trota, mangeranno polenta , come una volta come al tempo delle emigrazioni oltreoceano. Ma andranno in Cina e non sarà una bella esperienza!

Il buon amministratore leghista su Il Fatto Quotidiano

6 pensieri su “Il mio gatto mangia le foglie di primula.

  1. Dovremmo imparare dagli animali come ci si deve comportare, e smetterla di chiamare “bestie” chi si comporta come… un umano. Le bestie meritano molto più rispetto di tanti bipedi, e hanno molto meno difetti.
    Una carezza ai tuoi mici, che loro lo sanno come si fa a stare al mondo senza nuocere al prossimo (a parte le distruzioni del potus…).

    Un abbraccio, Rita.

    1. @Milvia i gatti ringraziano e continuano a fare amicizia fra di loro, a differenza degli uomini. Un abbraccio a te, spero ci si veda presto. Rita

  2. Potrei chiudere tutto con una battuta e immaginare che “Leghists” avrebbe avuto qualche migliaio di repliche in meno a Broadway di “Cats”, e potrei immaginare l’esordio del pezzo portante che da “Midnight, not a sound from the pavement, has the moon lost his memory?” diventerebbe “Bossi, alza il medio ed insulta, ma nessuno lo multa…”.

    Ricordando le lezioni del Professor Mainardi che ebbi la fortuna di avere come docente un ingente numero di anni fa, i gatti godono di regole sociali semplici ma efficaci, a differenza dei cani che sono stati assoggettati dall’uomo e ormai sanno riunirsi solo in branchi di randagi rinselvatichiti che sognano Zanna Bianca con esiti maldestri (mentre i gatti hanno con l’Homo Sapiens una dignitosa relazione di gregariato che non esclude una recondita critica (e non si illuda il loro “padrone” di essere considerato il capobranco, tsè…).
    Etologicamente i leghisti sono parecchio canini (non come offesa, come constatazione)e sognano improbabili riti celtici quando la maggior parte di loro appartiene a sottorazze di ceppo mediterraneo inseguendo un capobranco che li porti nelle Gloriose Terre della Secessione per far fare alla Padania la fine della Serbia.

    Cosa su cui molti padani hanno qualcosina da obiettare.

    Ma è un discorso che ci porterebbe lontano…

  3. Come ogni fenomeno fastidioso, si vorrebbe (e tenderebbe a) nasconderlo. Alludo alla preponderanza dell’elettorato leghista in tanti comuni e province del Nord, come mi ha un po’ sorpreso leggere in relazione alla composizione dei consigli che verranno rinnovati nelle prossime elezioni amministrative. Dicono che sia un partito già in fase di dissoluzione, mah?, speriamo sia vero.
    Meno male che ci sono i gatti, a ricordarci altre dimensioni, molto più eleganti, distaccate, silenziose.

  4. @Franz spero che i leghisti siano in crisi come noi e leggano i giornali come noi. Ne discende che dovrebbero ragionare anche nelle elezioni comunali! Ciao Riri52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...