Giorno: 6 marzo 2012

Uomini state calmi, le donne sono cambiate

In occasione dell’ 8 marzo la cronaca riscopre gli efferati delitti, in aumento, compiuti dagli uomini sulle mogli, amanti, fidanzate, amiche, sconosciute. Perché, mi chiedo come tante altre volte. Non ho una risposta soddisfacente, in quanto il problema è poliedrico. L’immagine femminile, disponibile, sensuale, sempre pronta a compiacere l’uomo, che troviamo nei media non esiste. E’ una proiezione della fantasia  stimolata da pubblicitari e sceneggiatori, alla ricerca della attenzione più spasmodica. Penso anche al GF , di cui ho notizia solo attraverso la pubblicità  qualche banner . Difficile comprendere che è una sceneggiata con tanto di autori, ma che ormai, da quello che so, sta diventando quasi hard. Moralista? Forse, ma se poi il ragazzo vede tanta disponibilità  fra sconosciuti per due ore, mi viene da pensare che la pretenda anche lui. I mariti gelosi non si ritrovano, mi sa, in quella specie di wonder woman che manda avanti la casa, lavora, e che ultimamente deve anche essere bellissima, curatissima, alla moda. Basti pensare alla Melenia bella sensuale, Uccisa dall’amorevole marito. E oltretutto lui ne aveva a barili di altre donne. Forse è proprio il contrasto fra la disponibilità di alcune e la riservatezza di altre che confonde l’uomo. E anche il fatto chele donne sono in grado di decidere da sole  se divorziare o separarsi. E l’uomo, con un atavico sentimento tribale, non accetta di essere messo da  parte, rifiutato. Ecco il fondo di tutto: il rifiuto delle donne al volere degli uomini. Aggiungo che è nata una nuova generazione di uomini che invece aiuta la compagna e rispetta le donne occupandosi della famiglia e dei figli con serietà.