La rinascita del fascismo? No grazie.

I segnali sono chiari: si sta di nuovo fortificando il fascismo con i suoi simboli e le sue teorie. Si parte dalla Lega, che è sempre stata razzista fino a Berlusconi che si legge i diari di Mussolini, falsi, per prendere spunto alle sue teorie e si finisce a Firenze con una strage di senegalesi in nome della razza bianca. In questi pochi giorni è tutto un fiorire di aggressioni, anche da parte di minorenni, a persone di colore. Quando c’è lo spettro della povertà il popolo se la prende con chi teme di più come possibile concorrente all’economia. Come se una famiglia di senegalesi sia la causa di questa crisi. Non se la prende con  i veri responsabili, coloro che non pagano le tasse.  Ma si fa poco per fermare il fenomeno del razzismo. Il fascismo nacque come risposta ai movimenti operai del dopoguerra, la prima guerra mondiale, spinto e sostenuto dalla borghesia. Non è tanto diversa la situazione ora: siamo in recessione e finite le casse integrazione moltissima gente sarà alla fame o quasi. Poichè questa storia la conosciamo già facciamo in modo che non si ripeta. Sta a noi non perdere la speranza che  questo stato di cose migliori, si superi la crisi e si viva meglio. insieme. Il pegno da pagare? E’ cambiare stile di vita: meno telefonini e più solidarietà.